Dark Light
-16%
,

Travelgum 20 mg Dimenidrinato Antichinetosico, 10 Gomme da Masticare


9,00  10,70 

Indicazioni: Cinetosi (nausea e vomito durante i viaggi in auto, treno, aereo e nave).

Composizione: Ogni gomma da masticare medicata contiene: Principio attivo: Dimenidrinato mg 20. Eccipienti con effetti noti: aspartame (E 951), sorbitolo (E 420), saccarosio, glucosio e lattosio.

Posologia: Adulti e bambini (di età compresa tra i 4 e i 12 anni): iniziare a masticare 1 gomma ai primi sintomi di nausea. L’effetto si avverte dopo 2-3 minuti; per raggiungere la massima efficacia continuare a masticare per 5-10 minuti. L’effetto dura a seconda della situazione e del paziente da 1 a 3 ore. Adulti: attenuandosi l’effetto o perdurando la situazione di disagio è possibile ripetere la somministrazione dopo 3-4 ore, fino ad un massimo di 4 gomme da masticare medicate al giorno. Bambini: ripetere non più di due volte al giorno. Non superare le dosi consigliate. Le persone particolarmente sensibili alla cinetosi usino TRAVELGUM 20 mg gomme da masticare medicate prima di situazioni particolari quali: strade tortuose, turbolenze durante il volo, cattivo tempo durante i viaggi in mare ecc. In questo modo si possono evitare anche i primi sintomi di malessere. Travelgum 20 mg gomme da masticare medicate sono al gradevole sapore di menta piperita; non devono essere ingoiati, poiché in tal caso la nausea iniziale aumenterebbe ulteriormente.

Avvertenze: Non deglutire mai le gomme da masticare Travelgum. Nei soggetti diabetici considerare che una gomma da masticare contiene circa 500 mg di glucosio e saccarosio. Usare con cautela in soggetti affetti da glaucoma, ipertrofia prostatica, altre sindromi di ritenzione urinaria, ostruzione intestinale, asma bronchiale, epilessia. Tenere il medicinale fuori dalla portata dei bambini. Travelgum contiene: – 3 mg di aspartame (E 951) per gomma da masticare; – meno di 1 mmol (23 mg) di sodio per gomma da masticare, cioè essenzialmente “senza sodio”. – 285 mg di sorbitolo (E 420) per gomma da masticare. Ai pazienti con intolleranza ereditaria al fruttosio non deve essere somministrato questo medicinale; – saccarosio: i pazienti affetti da rari problemi ereditari di intolleranza al fruttosio, da malassorbimento di glucosio-galattosio, o da insufficienza di sucrasi isomaltasi, non devono assumere questo medicinale; – glucosio e lattosio: i pazienti affetti da rari problemi ereditari di intolleranza al galattosio, da deficit totale di lattasi, o da malassorbimento di glucosio-galattosio, non devono assumere questo medicinale.

Controindicazioni: Ipersensibilità già nota verso il componente o verso altri antistaminici. Fenilchetonuria. Gravidanza. Non se ne consiglia l’uso in neonati e prematuri, nonché durante l’allattamento.

Sovra-dosaggio: In caso di avvelenamento accidentale il trattamento sarà di tipo sintomatico: non esistono antidoti specifici per i bloccanti H1.

Conservazione: Non conservare a temperatura superiore ai 25°C.

Gravidanza/Allattamento: Usare solo in caso di effettiva necessità e sotto il diretto controllo del medico.

Macchinari/Guida: Poiché il più frequente effetto secondario degli antistaminici è la sedazione, che può manifestarsi come sonnolenza, di ciò devono essere avvertiti coloro che svolgono operazioni richiedenti integrità del grado di vigilanza (guida di autoveicoli, condotta di macchinari).

Schede tecniche fornite da www.farmadati.it

COD: 045664012 Categorie: ,
× Chatta con un farmacista!